Vendite con consegna a domicilio: quali documenti esibire alle forze dell’ordine

Decreto “Cura Italia” e “D.L. Liquidità”Categoria: LegislativoVendite con consegna a domicilio: quali documenti esibire alle forze dell’ordine
Carmelo Cirillo ha scritto 2 anni fa

Buongiorno, ho letto che è possibile consegnare beni NON \”di prima necessità\” anche se il negozio fisico deve essere chiuso al pubblico. Vorrei sapere quali documenti bisogna esibire in caso di controllo dalle forze dell\’ordine e in quale decreto o documento ufficiale posso ricavare la norma che permette tale esercizio, in modo da poter informare le autorità che, per diverse cause, potrebbero non essere a conoscenza di tale opportunità. Vi ringrazio anticipatamente per l\’assistenza che fornite in questi momenti di difficoltà e vi auguro una buona giornata

1 Risposte
Giuseppe Dell’Aquila Staff L'esperto ha risposto 2 anni fa

I negozi e gli altri esercizi di commercio al dettaglio che vendono prodotti diversi da quelli alimentari o di prima necessità e che quindi sono temporaneamente chiusi al pubblico possono proseguire le vendite effettuando consegne a domicilio. Lo affermano le FAQ del Governo, sul sito istituzionale. La consegna può essere effettuata nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto, ma con vendita a distanza senza riapertura del locale. Chi organizza le attività di consegna a domicilio – lo stesso esercente o una cd. piattaforma – deve evitare che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro. Le autorità di vigilanza dovrebbero essere a conoscenza di tale opportunità, essendo un’istruzione governativa, che eventualmente però potrebbe essere negata in caso di provvedimenti contrastanti della Regione. I documenti che bisogna avere con sè sono l’autocertificazione che attesta i motivi di lavoro e l’ordine del cliente che indichi l’indirizzo del destinatario.