Credito d'imposta per locazione

Antonio ha scritto 2 giorni fa

Il pagamento del canone di locazione per un immobile C1 é stato effettuato in contanti in maniera anticipata in data 5 Marzo, come stabilito da contratto. Per usufruire del credito d’imposta é necessario che il pagamento sia tracciabile oppure é sufficiente il rilascio della ricevuta d’affitto?
Grazie

1 Risposte
Francesco Seminara L'esperto ha risposto 1 giorno fa

Buongiorno,
Secondo quanto stabilito dalle disposizioni attuali e dai documenti amministrativi emanati fino ad oggi, le condizioni per ottenere il credito attualmente sono le seguenti:

  • Il credito è istituito a favore degli esercenti attività di impresa nell’ambito della quale risulta condotto in locazione un immobile nella categoria catastale C/1 “Negozi e Botteghe” (il credito è calcolato sul 60% del canone di locazione pagato del mese di marzoescludendo da tale beneficio le c.d. “attività essenziali”);
  • Detto beneficio, spetta qualora il contratto per l’utilizzo dei locali sia un contratto di locazione (al momento, sono esclusi dal beneficio i canoni relativi ai contratti d’affitto di azienda);
  • il credito è da utilizzare esclusivamente in compensazione mediante modello F24, da presentare unicamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate o intermediario di riferimento (il codice tributo da utilizzare è 6914).

Fatta questa necessaria premessa, l’Agenzia delle Entrate in merito ha evidenziato che “il predetto credito maturerà a seguito dell’avvenuto pagamento del canone medesimo“. Stante il fatto che la normativa permette il pagamento dei canoni di locazione in contanti (entro la soglia del limite di utilizzo prevista) Lei potrà usufruire del suddetto beneficio. La relativa quietanza che verrà rilasciata dal locatore, oltre che ai fini fiscali e civilistici, sarà utile in caso di future verifiche da parte dell’Amministrazione Finanziaria.