Quali sono i beni di prima necessità?

Decreto “Cura Italia” e “D.L. Liquidità”Categoria: CategorieQuali sono i beni di prima necessità?
paola bonomo ha scritto 2 anni fa

potremmo-avere-un-elenco-dettagliato-di-cosa-si-intende-per-vendita di beni-di-prima-necessita

1 Risposte
Marilisa Rizzitelli L'esperto ha risposto 2 anni fa

Il DPCM dell’11 marzo 2020 stabilisce che sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e “di prima necessità” individuate nell’allegato 1, siano esse esercitate nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, nell’ambito della media e grande distribuzione o ricompresi nei centri commerciali.
Per beni “di prima necessita”, dunque, dobbiamo intendere, oltre ovviamente ai prodotti alimentari, gli altri diversi prodotti che possono essere commercializzati negli esercizi indicati nell’allegato 1, esclusi ovviamente gli esercizi “generalisti” come ipermercati e supermercati, discount e minimercati, che in teoria potrebbero vendere qualsiasi prodotto, ma alla luce delle sospensioni disposte non possono più farlo (e pertanto devono limitarsi a vendere i prodotti alimentari e gli eventuali altri prodotti individuabili con riferimento agli ulteriori esercizi dell’elenco, che esercitano il commercio di specifici prodotti).
Gli esercizi, con indicazione dei relativi codici Ateco (che, quando si tratta di codici principali, ricomprendono gli esercizi individuabili con i sottocodici in essi ricompresi) che non hanno limitazioni di apertura e possono vendere i prodotti da loro commercializzati sono:

47.19.20 Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
47.26 Commercio al dettaglio di prodotti del tabacco in esercizi specializzati
47.26.0 Commercio al dettaglio di generi di monopolio (tabaccherie)
47.3 Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
47.4 Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati
47.52.10 Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
47.52.20 Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
47.59.30 Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
47.62.10 Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
47.73.10 Farmacie
47.73.20 Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
47.74.00 Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
47.75.10 Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
47.76.20 Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
47.78.2 Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
47.78.40 Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
47.78.60 Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
47.91.10 Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
47.91.20 Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
47.91.30 Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
47.99.20 Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici
A questi si aggiungono le erboristerie, che sono state considerate assimilabili agli esercizi di vendita di alimentari e saponi.