Attività sospese e interventi urgenti

Decreto “Cura Italia” e “D.L. Liquidità”Categoria: LegislativoAttività sospese e interventi urgenti
Andrea Marliani ha scritto 1 settimana fa

Ho un\’attività con codice ATECO 95.24.01 riparazioni mobili e arredamento quindi sospesa per il momento. Ho ricevuto una richiesta urgente da parte di un\’azienda agricola per riparazioni recinzione animali e che quindi non è sospesa. Posso fare la riparazione presso l,azienda agricola facendo la comunicazione alla prefettura? Grazie

2 Risposte
Giuseppe Dell’Aquila Staff L'esperto ha risposto 1 settimana fa

Riteniamo di si, in quanto ai sensi del terzo comma dell’art. 2 del DPCM 10 aprile 2020 l’attività di produzione di prodotti agricoli e alimentari è considerata tra quelle essenziali, e difatti è tra quelle elencate nell’allegato 3..
E il comma 3 considera sempre consentite anche le attività che (pur essendo sospese) sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività considerate essenziali di cui all’allegato 3, previa comunicazione al Prefetto della provincia ove è ubicata l’attività produttiva, nella quale sono indicate specificamente le imprese beneficiarie dei prodotti attinenti alle attività consentite.
Il Prefetto, sentito il Presidente della regione interessata, può sospendere le predette attività qualora ritenga che non sussistano le condizioni. Fino all’adozione dei provvedimenti di sospensione dell’attività l’attività è comunque legittimamente esercitata sulla base della comunicazione resa.

Giuseppe Dell’Aquila Staff L'esperto ha risposto 1 settimana fa

Riteniamo di si, in quanto ai sensi del terzo comma dell’art. 2 del DPCM 10 aprile 2020 l’attività di produzione di prodotti agricoli e alimentari è considerata tra quelle essenziali, e difatti è tra quelle elencate nell’allegato 3..
E il comma 3 considera sempre consentite anche le attività che (pur essendo sospese) sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività considerate essenziali di cui all’allegato 3, previa comunicazione al Prefetto della provincia ove è ubicata l’attività produttiva, nella quale sono indicate specificamente le imprese beneficiarie dei prodotti attinenti alle attività consentite.
Il Prefetto, sentito il Presidente della regione interessata, può sospendere le predette attività qualora ritenga che non sussistano le condizioni. Fino all’adozione dei provvedimenti di sospensione dell’attività l’attività è comunque legittimamente esercitata sulla base della comunicazione resa.